L'uomo è il sacerdote del caos, la pedofilia è la sua volontà di potenza sulla natura infante, la vita è la celebrazione di tale miseria.

I preti pedofili danno messa ogni giorno.

martedì 25 settembre 2012

Storia

Il progetto "Preti Pedofili" nasce a settembre del 2011. Il tentativo è quello di mettere insieme sonorità di impianto tipicamente post rock/noise con l'abilità narrativa di testi in italiano. Con l'intento di realizzare un espressionismo sonoro che ricalchi i tracciati drammatici di una lirica esistenzialista.

L'11 novembre 2011 il trio esordisce con un ep di sei brani intitolato Golem, disponibile in download gratuito.

A luglio 2012 arriva il secondo lavoro, ancora un ep di 6 brani,ideale prosecuzione del disco precedente. Si intitola Faust e vede il trio cimentarsi su sonorità prettamente sludge doom. Il download del disco è disponibile gratuitamente.

Nel mese di marzo 2013 i Preti Pedofili danno vita ad uno split album con un'altra band pugliese, Nastenka aspetta un altro, nel quale pubblicano un brano inedito (Cancro) e una rivisitazione del brano C'est femme l'autre nom de dieu. L'album è disponibile in free download.

IL 30 settembre 2013 esce il primo album full lenght del gruppo per Toten Schwan, Sinusite Records, Spettro Rec, Mai una gioia. Si intitola L'Age d'Or. Il disco viene lanciato dalla diffusione di un singolo, Mavis, accompagnato da un videoclip realizzato da Filippo Scaramuzzi e la Dead End Inc. Il free download dell'album è disponibile a questo link:
http://pretipedofiliband.bandcamp.com/album/lage-dor

La promozione del disco è sostenuta da un tour di supporto che da ottobre 2013 ad aprile 2014 vede i Preti Pedofili esibirsi in più di trenta date in giro per la penisola.

Il 5 aprile 2014 i Preti Pedofili partecipano ad una compilation tributo in occasione del ventennale della morte di Kurt Cobain, edita da Inconsapevole Records, con una rivisitazione del brano Hairspray Queen, tratto da incesticide.

Il 30 agosto 2015 i Preti Pedofili tornano sulla scena pubblicando il brano "Estate", inaugurando una serie di uscite mensili dei brani che andranno a formare il prossimo album.


 
Descrizione
L'infanzia è uno stato dell'esistenza, un limbo di innocenza a cui non solo l'uomo, ma l'intera natura affida la gestione del caos.

Un bambino che piange è innocente, come innocente è uno tsunami che spazza via intere civiltà, o un animale che divora la sua preda.

L'inconsapevolezza, l'infanzia, non assolve da valutazioni negative, assolutamente, ma rende quanto meno inagibile qualsiasi tentati
vo di interpretazione, se non di stampo irrazionalistico e religioso.

L'inconsapevolezza, l''infanzia, viceversa, assolve gli adulti. Dall'agire, dal capire, dall'essere uomini.

Da qui nasce la tendenza allo stupro, in senso lato, e la metafora della pedofilia. L'uomo esorcizza la sua beata inutilità forzando il caos innocente e infantile dell'esistente, e si erige esso stesso a creatore di caos, calamità e ingiustizie.

Con una differenza, sostanziale. Il caos dell'uomo è generato consciamente, voluto, studiato,quindi colpevole. L'uomo è il sacerdote del caos, la pedofilia è la sua volontà di potenza sulla natura infante, la vita è la celebrazione di tale miseria.

I preti pedofili danno messa ogni giorno.

Nessun commento:

Posta un commento